Tecniche e suggerimenti

Come fotografare un dipinto, passo dopo passo

Come fotografare un dipinto, passo dopo passo



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I fotografi d'arte professionisti Ric Deliantoni e Al Parrish scattano dipinti, progetti di artigianato e di falegnameria per le linee di libri e le riviste di F + W Media. Qui ti guidano su come fotografare il tuo dipinto, passo dopo passo. Maggiori informazioni su come scattare fotografie di qualità professionale dei tuoi quadri e dell'attrezzatura di cui hai bisogno nel numero di ottobre 2011 diRivista.

Scatta il tuo scatto migliore: come fotografare un dipinto
Di Ric Deliantoni e Al Parrish

1. Prepara la tua arte. Rimuovi il dipinto dalla cornice e rimuovi eventuali tappetini prima di fotografare per evitare ombre. Non fotografare mai un'immagine sotto il vetro.

.

2. Posizionare il dipinto su una parete. Appendi la tua arte su un muro vuoto o su una bacheca montata sul muro. Usa nastro adesivo o punte piatte (non puntine da disegno) per proteggere il tuo lavoro. Per facilitare il posizionamento della tua arte, soprattutto se di dimensioni variabili, disegna linee sulla parete o sulla tavola come mostrato sopra (UN) e centra il tuo lavoro nel mezzo. Per evitare di chinarti guardando il mirino della fotocamera, centra la tua arte a livello degli occhi. Fissare con un nastro o appuntare la guida colori lungo il bordo dell'arte.

Oppure posiziona una tavola su un cavalletto e appoggia la tua arte contro di essa. Appoggia la tua guida colori lungo il bordo dell'arte. Inclinare la fotocamera per adattarla all'inclinazione del cavalletto.

Mancia: Posiziona i pezzi sia verticali che orizzontali con il lato più lungo nella parte inferiore in modo da non dover cambiare la posizione della fotocamera per riempire il mirino.

.

3. Blocca le finestre e imposta le luci. Per scatti uniformemente illuminati, posiziona i tuoi due proiettori da 500 watt su entrambi i lati dell'arte come mostrato sopra (B).

4. Scegliere le seguenti impostazioni della fotocamera. Consultare il manuale se sono necessarie ulteriori istruzioni.

  • Modalità colore: Adobe RGB (non sRGB)
  • Dimensione immagine: imposta la dimensione massima che la tua fotocamera è in grado di produrre
  • Formato immagine: usa RAW o TIFF. Il formato JPEG è usato al meglio per il Web.
  • ISO (che corrisponde all'impostazione della velocità della pellicola su una videocamera): 100
  • Bilanciamento del bianco: imposta il bilanciamento del bianco in modo che corrisponda al tipo di lampadine che stai utilizzando nei tuoi proiettori. (Come abbiamo detto, raccomandiamo lampadine bilanciate alla luce del giorno - 5.000 K).
  • Controllo dell'esposizione: modalità manuale
  • Flash: assicurarsi che il flash montato sulla fotocamera, se presente, sia disabilitato.
  • Apertura e f-stop: l'apertura è l'apertura attraverso la quale la luce passa in una fotocamera. L'apertura è descritta con numeri come 1.4, 2, 2.8, 4, 5.6, 8, 11, 16 e 22. Questi numeri sono chiamati f-stop, e ogni numero rappresenta un dimezzamento o il raddoppio della dimensione dell'apertura. Si noti che i numeri f-stop sono inversamente correlati alla dimensione dell'apertura (C e D). Ciò significa che per aumentare la quantità di luce che entra nella fotocamera, scegliere un numero di apertura più piccolo (C). Per massimizzare la nitidezza e la qualità delle tue foto, imposta l'apertura al centro della gamma dell'obiettivo. Per la maggior parte degli obiettivi, f8 sarà l'impostazione corretta, ma se si dispone di un obiettivo più veloce, un'apertura più ampia e un numero di f-stop più piccolo produrranno immagini migliori. Velocità dell'otturatore: un altro modo oltre all'apertura per controllare quanta luce entra nella fotocamera è il velocità dell'otturatore; se stai usando un treppiede, questo è il modo migliore per controllare la luce. L'otturatore si apre per una frazione di secondo. La velocità dell'otturatore viene solitamente espressa come numeri come 8, 15, 30, 60, 125, 500 e 1000. In questo sistema, 60 significa un sessantesimo di secondo e 1000 significa un millesimo di secondo. Maggiore è la velocità dell'otturatore, migliore sarà la possibilità di congelare il movimento. Se la fotocamera non è su un treppiede, non utilizzare una velocità dell'otturatore inferiore a 60 o il movimento del tuo corpo si tradurrà in foto sfocate. Anche con un treppiede, non scendere al di sotto di 30.

5. Collegare il rilascio del cavo alla fotocamera, quindi montare la fotocamera sul treppiede in modo sicuro e posizionarla di fronte al disegno. La fotocamera dovrebbe essere rivolta verso il disegno esattamente, puntata dritto verso il centro. La faccia della telecamera dovrebbe essere parallela all'arte, non inclinata verso l'alto, il basso o su entrambi i lati.

.

6. Puntare la fotocamera. Sposta l'intero treppiede e la fotocamera fino a quando la grafica e la barra dei colori riempiono il più possibile il mirino senza ritagliare l'immagine (E). Per l'arte verticale, ruota la testa del treppiede, se il tuo treppiede fornisce questa regolazione, o semplicemente appendi l'arte verticalmente sul muro in modo che possa riempire il telaio.

Per garantire che l'opera d'arte non sia distorta nella foto, il campo visivo della fotocamera deve essere perfettamente perpendicolare all'arte. Se il tuo dipinto è attaccato a una parete verticale, la fotocamera dovrebbe essere verticale. Se la grafica è appoggiata a un muro o su un cavalletto, anche la videocamera deve essere inclinata (F). Assicurati che i bordi del dipinto siano perfettamente quadrati nel mirino, un compito che può essere frustrante, ma è fondamentale per farlo bene; altrimenti, la tua arte sembrerà un trapezio nella foto piuttosto che un rettangolo, un problema chiamato parallasse. Una volta che hai il treppiede nel punto giusto, potresti voler contrassegnare la posizione delle gambe sul pavimento con nastro adesivo.

7. Regolare i proiettori. Stimare la distanza dalla fotocamera al disegno, quindi posizionare un proiettore due volte quella distanza a sinistra del disegno e l'altro alla stessa distanza a destra. Puntali ad un angolo di 45 gradi rispetto all'arte. Le luci dovrebbero essere lontane quanto la tua fotocamera. Se sono troppo avanti, la luce potrebbe colpire l'obiettivo della fotocamera e causare bagliori, appannamento o velatura dell'immagine.

.

8. Controllare l'illuminazione. Accendi i proiettori e spegni le luci della stanza; una luce extra sconvolgerà il bilanciamento del colore delle tue foto. Regola le alluvioni secondo necessità (indossa guanti pesanti quando tocchi i riflettori; diventano molto caldi) fino a quando la luce non viene distribuita uniformemente sull'arte (G). Cerca punti caldi, luoghi più luminosi degli altri.

Guarda attraverso il mirino della fotocamera. Se c'è una forte luce vivida sull'arte dopo aver seguito queste istruzioni, prova attentamente a ridurre l'angolo delle luci da 45 gradi a 35 gradi; poi vedi se il bagliore è sparito. Puoi continuare a ridurre l'angolo se necessario, ma non renderlo più piccolo di circa 15 gradi. Non è sempre desiderabile eliminare tutti i riflessi, specialmente se il lavoro ha pennellate pesanti o altre trame.

9. Misurare la luce. Attendi 10 minuti dopo aver acceso le luci affinché le lampadine si riscaldino completamente. Quindi prendere le letture dei contatori come segue:
Utilizzando un misuratore di luce incidente: Impostare il misuratore di luce su f8. Per immagini 12 × 16 o inferiori, tenere il misuratore di luce al centro dell'opera. Se l'arte è più grande di 12 × 6, prendi le letture su tutti e quattro gli angoli e al centro e calcola la media dei risultati. Prendi le letture, annota la velocità dell'otturatore consigliata e imposta di conseguenza la velocità dell'otturatore della fotocamera.
Utilizzando il misuratore incorporato della fotocamera: Metti una carta grigia di fronte alla tua arte. Con il controllo dell'esposizione della fotocamera impostato su manuale, rimuovere la fotocamera dal treppiede, guardare attraverso il mirino e avvicinarsi alla scheda grigia fino a quando la scheda non riempie il mirino. Assicurati che il tuo corpo non stia bloccando la luce che cade sulla carta. Ottieni la lettura del contatore (su molte fotocamere, fai questo premendo parzialmente il pulsante di scatto). Impostare la velocità dell'otturatore indicata dal misuratore, quindi riportare la fotocamera sul treppiede.

10. Fai il tuo primo scatto con l'apertura f8: Assicurati che l'arte sia ancora allineata nel mirino. Mettere a fuoco il soggetto e premere il rilascio del cavo.

11. Sostieni il tuo scatto con altre due esposizioni per assicurarti di ottenere almeno un buon tiro. Fallo modificando l'apertura su f5.6. Cambia solo l'apertura; non modificare la velocità dell'otturatore o altro. Ricontrolla l'allineamento e la messa a fuoco; quindi sparare. Ora cambia l'apertura, nient'altro, in f11. Ora hai scattato versioni chiare, centrali e scure dell'immagine, migliorando le possibilità che almeno una di esse sia una buona esposizione.

Maggiori informazioni su come scattare fotografie di qualità professionale dei tuoi quadri e dell'attrezzatura di cui hai bisogno nel numero di ottobre 2011 di Rivista.


Guarda il video: Come fotografare un quadro (Agosto 2022).