Disegno

Pittura attraverso spessi e sottili

Pittura attraverso spessi e sottili


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Esiste un'enorme quantità di informazioni sui vari metodi per applicare la pittura ad olio su tela, ma sembra ridursi a tre scuole di pensiero: pittura sottile, pittura spessa o una combinazione delle due. I Thins, i Thicks e i Combiners hanno ognuno le proprie icone e la loro appassionata scuola di seguaci.

L'analisi della Gioconda di Leonardo da Vinci ha rivelato che è stato lentamente dipinto con smalti trasparenti, strato dopo strato per molti mesi. Questa tecnica di smaltatura, o "sfumato" (italiano per il fumo) è ciò che dà al dipinto profondità, realismo e luminosità. Leonardo era alla ricerca di un modo per creare un nuovo tipo di realismo nella pittura, ma era vincolato dai materiali di pittura primitivi del suo tempo. La sua soluzione era quella di prendere una tecnica pittorica ben nota - i vetri - e spingerla in una nuova forma di espressione.

The Sulphur Match di Sargent, pittura ad olio.

Combinatori come Rembrandt e Vermeer hanno cercato di aggiungere più consistenza e leggera riflettenza all'abbigliamento o ai gioielli nel loro lavoro figurativo sottilmente dipinto. I loro esperimenti hanno portato alla realizzazione che, aggiungendo pennellate tridimensionali più spesse a una superficie bidimensionale, potevano creare effetti realistici sorprendenti e giocare con il modo in cui la luce si rifletteva sui loro quadri. Hanno anche scoperto che i passaggi della loro sottile verniciatura iniziale potevano essere lasciati mostrare accanto alle aree più spesse e verniciate creando l'illusione della traslucenza, specialmente nei toni della pelle. Un'attenta ispezione suddivide l'illusione in chiazze sottili e spesse, ma alla giusta distanza di visione, l'effetto crea una sensazione di realismo.

Diego Velasquez si è affermato come maestro con il pennello usando uno stile più spesso e audace di pittura ad olio diretta. Se c'era un oggetto o passaggio trasparente o traslucido nel dipinto, è stato dipinto per apparire in quel modo dall'inizio con vernice opaca.

Secoli dopo, Carolus-Duran (che ha studiato il lavoro di Velasquez) ha migliorato il metodo di pittura diretta. Eliminando la laboriosa traslucida sotto pittura a favore dell'applicazione di tratti di colore solidi e spessi, uno accanto all'altro, proprio sopra lo schizzo del carbone, ha sviluppato un metodo rapido per dipingere la figura. Questo metodo ha trasmesso al suo allievo stella, John Singer Sargent.

Sargent era un appassionato sostenitore della posa su abbondanti quantità di vernice, in armonia con il soggetto tono per tono, piano per piano. “Se vedi qualcosa di trasparente, dipingilo trasparente. Non ottenere l'effetto da una sottile macchia che mostra la tela attraverso. Questo è un semplice trucco. " - Sargent

Notturno in blu e oro di Whistler, pittura ad olio.

È interessante notare che altri due noti contemporanei di Sargent, James Abbott McNeill Whistler e George Inness, stavano seguendo la direzione opposta usando vernici in applicazioni sempre più sottili. Whistler ha scritto: “La vernice non dovrebbe essere applicata spessa. Dovrebbe essere come il respiro sulla superficie di una lastra di vetro. "

Chiaramente non esiste un modo giusto o sbagliato per imparare a dipingere. Oggi siamo liberi di assorbire le lezioni del passato e dedicare le nostre energie alla ricerca e all'espressione delle nostre voci uniche come artisti.

Per articoli più interessanti e informativi, unisciti a noi su The Artist’s Road. Crediamo che più artisti nel mondo siano una buona cosa.

–John e Ann


Guarda il video: lezioni di pittura come usare i colori ad olio come sfumare (Potrebbe 2022).