Tecniche e suggerimenti

La velocità dell'otturatore dei nostri occhi

La velocità dell'otturatore dei nostri occhi


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Dall'avvento della fotografia, gli artisti sono stati incuriositi dalle sue possibilità. Anche i devoti all'aria aperta l'artista di solito ha una macchina da presa fidata al suo fianco. Tendiamo ad accettare una fotografia come un fatto mentre un dipinto è sottoposto a un maggiore controllo. Affrontare questo pregiudizio e acquisire una comprensione di base di come la fotografia si confronta con l'occhio umano, può rivelarsi preziosa quando si tenta di produrre dipinti rappresentativi.

La meccanica di una macchina fotografica è molto simile all'occhio umano. La retina funge da film o sensore nella fotografia digitale, registrando informazioni ed elaborandole in immagini riconoscibili. La cornea si comporta come l'obiettivo della fotocamera, piegando i raggi di luce attraverso la pupilla. La pupilla e l'iride agiscono come l'apertura, controllando la profondità di fuoco. Il componente mancante è l'otturatore: quella tenda che lascia passare un lampo di luce focalizzata attraverso l'obiettivo al piano focale del film. In realtà vediamo più come un film o una videocamera, che è in grado di registrare una serie di lampi rapidi in azione costante, rispetto alla fotocamera a colpo singolo. La visione è un processo continuo con il battito di ciglia che interrompe la sequenza. La scienza ci ha dimostrato che la velocità media dell'otturatore per questa immagine di un film umano è di circa 1/50 di secondo. Siamo anche in grado di spostare rapidamente la nostra messa a fuoco, in modo simile al panning con una fotocamera. Questo aiuta a mantenere a fuoco le cose in movimento.

Quando si fotografano soggetti in movimento, qualcosa di più lento di 1/50 di secondo può apparire sfocato, mentre velocità dell'otturatore più elevate possono interrompere l'azione, creando troppi dettagli. Poiché la maggior parte della fotografia portatile si basa su una velocità dell'otturatore maggiore di 1/50 di secondo, possiamo accertare che non stiamo realmente registrando una percezione umana. Al contrario, la foto di riferimento ha interrotto l'azione e prodotto un'immagine congelata. Nel paesaggio questo problema si presenta spesso quando si fotografa l'acqua corrente. Se la fotocamera registra l'acqua in corrispondenza di qualcosa al di sopra o al di sotto di circa 1/50 di secondo, viene prodotto un riferimento apparente artificiale. Per provarlo, monta una fotocamera su un treppiede per la stabilità, esponi un rapido insenatura ad una velocità dell'otturatore di circa 1/50 di secondo, quindi abbassa la velocità dell'otturatore a 2 secondi e infine aumenta la velocità dell'otturatore a 1 / 1000 o 2/1000 di secondo. L'apertura dovrà essere regolata per creare una buona esposizione, che altererà la profondità di messa a fuoco. L'aspetto dell'acqua corrente sarà notevolmente diverso tra ogni esposizione.

Non è che queste belle foto di riferimento non possano essere utilizzate per ispirazione e informazioni dettagliate, ma è necessario applicare un certo grado di manipolazione per far sembrare reale il dipinto. Come disse una volta un caro amico di pittura, "Dobbiamo registrare le scene di fronte a noi sull'emulsione delle nostre menti". Il nostro compito è quello di sfruttare la fotografia come strumento, invece di diventare il suo schiavo.


Guarda il video: Corso Base di Fotografia. Impostare Velocità di Scatto, Diaframma e Iso (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Faejas

    Era e con me. Entra discuteremo di questa domanda.

  2. Oxnatun

    Sì, questo è certo

  3. Nab

    L'uomo ha!

  4. Vaino

    Frase piuttosto preziosa

  5. Mackenzie

    Bravo, quali parole ..., il pensiero eccellente

  6. Macklin

    E che faremmo a meno della tua straordinaria idea

  7. Gurg

    Sì, c'è qualcosa a cui pensare. Grazie!



Scrivi un messaggio