Tecniche e suggerimenti

Comprensione della prospettiva e profondità della pittura

Comprensione della prospettiva e profondità della pittura


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Una delle qualità più magiche create nella pittura rappresentativa è l'illusione della profondità su una superficie piana. Meglio comprendiamo le due forme di prospettiva coinvolte nell'illusione, più facile diventa rappresentare.

Che cos'è la prospettiva? La parola prospettiva, quando applicata all'arte, indica la rappresentazione accurata degli oggetti da un certo punto di osservazione su una superficie bidimensionale in modo che la loro altezza, larghezza e posizione relative tra loro rappresentino la profondità. I due termini usati nella prospettiva artistica sono: 1) lineare, che si basa sulla precisione del disegno e 2) aerea, che si basa sugli effetti dell'atmosfera.

Che cos'è la prospettiva lineare? L'idea che oggetti di dimensioni simili appaiano più piccoli all'aumentare della distanza tra gli oggetti e un visualizzatore viene definita prospettiva lineare. Gli oggetti contenenti linee parallele avranno uno o più punti di fuga in relazione al livello dell'occhio percepito, che è associato alla linea dell'orizzonte in natura. La materia, compresi natura morta, interni e strutture spesso si basano fortemente sulla prospettiva lineare. Più è simmetrico l'oggetto, come i binari della ferrovia, più è facile vedere l'effetto, ma ogni oggetto in un dipinto presenta un certo grado di prospettiva lineare.

Cos'è la prospettiva aerea? L'effetto che l'atmosfera ha sugli oggetti mentre si allontanano in lontananza viene chiamato prospettiva aerea. Più gli oggetti più lontani diventano dallo spettatore, più debole appare il loro contrasto. Gli estremi di luminosità e oscurità, la saturazione del colore e i dettagli diminuiscono e la temperatura generale del colore si sposta verso una tonalità blu più fredda. Ciò è dovuto in gran parte alla dispersione dei raggi luminosi nei particolati di vapore acqueo e foschia che sono contenuti nell'aria. John F. Carlson descrisse il fenomeno della prospettiva aerea nel suo libro di riferimento, Guida di Carlson alla pittura di paesaggio, come la composizione del lucernario attraverso la superficie della terra. Man mano che le cose si ritirano, ricevono più lucernario blu. Questo ha senso quando immaginiamo il sole come una lampadina e il cielo blu dell'ozono come il paralume.

La prospettiva della scomparsa: Leonardo da Vinci si riferiva agli effetti della prospettiva sugli oggetti come "La prospettiva della scomparsa". Applicando le regole della prospettiva lineare, comprendendo che, indipendentemente dal punto in cui uno spettatore di un dipinto si trova in relazione al dipinto, posizionerà psicologicamente il suo livello degli occhi all'altezza percepita della linea dell'orizzonte ad una larghezza relativa a il centro del dipinto. Pertanto, tutti gli oggetti rappresentati nella pittura devono essere in relazione con le superfici su cui sono posizionati rispetto alla distanza che sono dall'osservatore. Quando la prospettiva lineare è corretta, è tempo di ritrarre gli effetti dell'atmosfera descrivendo oggetti distanti come più chiari, più freddi e più grigi. Anche quando questo non è facilmente percepibile, una sottile manipolazione della prospettiva aerea può fare molto per rendere un dipinto più realistico. Alla fine, i pittori sono maghi e la prospettiva è solo uno dei trucchi che possiamo tenere a bada.


Guarda il video: Raffaello e linvenzione della scenografia - Prof. Roberto Biselli (Potrebbe 2022).