Trova il tuo soggetto artistico

Anteprima 2017 della biennale di Whitney: pittura e altro

Anteprima 2017 della biennale di Whitney: pittura e altro


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Artist's Network è stato a New York questa settimana per un'anteprima della Whitney Biennial 2017, la 78esimo mostra della serie, che risale al 1932 ed è forse il sondaggio più influente dell'arte americana contemporanea. Il programma di quest'anno è la prima Biennale che si terrà nel nuovo edificio del Whitney Museum a Lower Manhattan.

Co-curata da Christopher Y. Lew e Mia Locks, la Biennale del 2017 presenta oltre 60 artisti e artisti-collettivi, un numero relativamente piccolo, secondo gli standard delle recenti biennali. La pittura è ben rappresentata; ci sono anche molti video e installazioni, nonché esempi di arte del suono, scultura e fotografia. Tra i media e i materiali meno convenzionali in mostra ci sono videogiochi basati su testo, realtà virtuale, una foresta di alberelli in vaso e una struttura walk-in le cui pareti sono fiancheggiate da fette di Bologna in decomposizione.

Più di ogni altra cosa, la Biennale offre foraggio per il dibattito tra gli amanti dell'arte, artisti e critici. È un riflesso accurato dell'arte americana attuale? È possibile una cosa del genere? L'intero programma è irrimediabilmente di parte in un modo o nell'altro? Le selezioni sono troppo politiche? Non abbastanza politico? C'è troppo dipinto? Non abbastanza pittura? Molto, ovviamente, dipende dalla propria prospettiva: all'evento stampa di questa settimana ho sentito degli argomenti su entrambi i lati di quest'ultima domanda.

Un generoso campione di opere d'arte della Biennale è disponibile online all'indirizzo whitney.org/Exhibitions/2017Biennial. C'è qualcosa qui per ... se non per tutti, quasi per tutti. (Se sei totalmente contrario all'arte moderna, potresti semplicemente voler distogliere lo sguardo ora.) Alcuni dei favoriti personali di questo corrispondente erano i dipinti a olio e encausto multipanel di Julien Nguyen; i dipinti ad olio aggressivamente impasto di Dana Schutz; una parete abbagliante e inquietante di finte vetrate di Raúl de Nieves; e un'installazione video in stile presentazione di Oto Gillen composta da fotografie di strade di New York per un anno.

Poiché Artist's Network è dedicato in gran parte alla pittura e all'arte di rappresentazione, abbiamo messo insieme la seguente anteprima con un occhio rivolto alle opere d'arte in quel senso, oltre ad alcune altre selezioni che suggeriscono l'ampiezza del lavoro in vista. Divertiti o no! E segui i commenti per farci sapere cosa ne pensi.


Guarda il video: What this years Whitney Biennial says about contemporary American art (Potrebbe 2022).