Tecniche e suggerimenti

Lavorando da una grisaglia

Lavorando da una grisaglia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Lavorando da una grisaglia
Di Scott E. Bartner

Questo è un estratto dell'articolo di Richard Stull su Scott E. Bartner intitolato "Tecnica trascendente". Corse dentro RivistaNumero di gennaio / febbraio 2014. Clicca qui per iscriverti!

ho dipinto Ritratto di Aida (visualizzalo sul mio sito Web, www.bartner.nl) nel 2011. Poi, nel 2012, ho creato questa dimostrazione passo-passo del mio processo, basata su un'immagine di quel dipinto.

1. Imprimatura e contorni: Per la mia superficie ho usato la biancheria da ritratto belga montata su un pannello, il che mi ha dato il meglio di due mondi: il dente del lino e la solidità di un pannello. Il mio colore imprimitura (strato tonificante), come indicato dal sistema di colori Munsell, era 5YR6 / 2. (Per un articolo online sul sistema di colori Munsell, fai clic qui.) Ho quindi iniziato un sottotitolo del mio soggetto con un contorno spazzolato in marrone Zecchi Vandyke, un marrone caldo che sembrava buono con il imprimitura. Ho una regola generale: mantieni il dipinto bello in ogni fase. In questo modo, sei più motivato a tornare su di esso.

.

2. Modellazione e piani facciali: Ho continuato con il sottopasso. Il marrone di Zecchi Vandyke mi ha permesso di mostrare bene la modellazione e quindi mi ha aiutato a capire i piani del viso del soggetto. Ho usato un po 'di marrone Vandyke Old Holland per rafforzare il disegno.

.

3. Massimo valore di grisaille: Usando una combinazione di fiocco e titanio bianco, ho iniziato la verniciatura a grisaglia. Il valore dello sfondo e il caldo sottotono marrone conferivano al bianco una distinta luminosità, che ho cercato di conservare in tutto il dipinto. Lavoro sempre dal massimo valore, di solito la fronte, avanzando lentamente verso il resto del viso. Ogni valore è quindi correlato alla fronte. Il punto focale in questo pezzo sarà l'occhio sinistro del soggetto.

.

4. Primo passaggio di grisaille: Avevo fatto progressi, ma avevo davvero bisogno di costruire il underpainting (grisaille); altrimenti, assumerebbe un aspetto troppo grigiastro e scuro quando applicavo il colore. Questa è una situazione che non volevo affrontare. Con questa tecnica, è più facile diventare più scuri che più chiari.

.

5. "Fard" di colore: Mi trattenni dal mettere le luci di cattura e gli accenti scuri. Soprattutto, volevo che il modulo fosse corretto. Porre un rossore sulle guance prima di aggiungere il colore della carne era desiderabile perché quel colore avrebbe reagito con gli strati di colore della carne trasparenti in un modo non ottenibile con un metodo di pittura più diretto.

.

6. Grisaglia finita: Qui vedi il grisaille completato. Avevo cercato di costruirlo in modo tale che le aree grigie non fossero troppo prominenti. Avevo anche aggiunto uno strato di colore ai capelli del soggetto. Non sono un artista con sfondi scuri, quindi sono rimasto con un valore di sfondo di 5 o 6 (scala di Munsell).

.

7. Chroma di sfondo e carnevale: Avevo bisogno di affrontare il chroma di sfondo prima di lavorare con il carnevale. Uno sfondo a cromaticità elevata può far sbiadire il carnevale; uno sfondo grigio neutro può apparire come primer automatico. In genere cerco un chroma tra / 2 e / 3 (scala di Munsell), come ho fatto qui. Quindi, quando la grisaglia era completamente asciutta, ho applicato il primo strato, o velato, di color carne. Questo strato consisteva in una miscela di terra di Siena bruciata, blu cobalto e rosso permanente. Il mio mezzo era una combinazione priva di solventi di Rublev Oleogel e una resina ambrata preparata da James C. Groves. Mentre questo strato era ancora bagnato, ho mescolato un colore carne opaco di una tonalità simile e ho lavorato per uniformare le transizioni di valore.

.

8. Secondo strato di colore carne: Qui vedi il mio secondo passaggio di colore dei toni della carne. Questi passaggi di colore sono chiamati "velare" piuttosto che "vetri" perché le mie miscele contengono una piccola quantità di bianco in fiocchi, che li rende semitrasparenti. Questa tecnica fa sembrare che il ritratto sia stato dipinto direttamente (senza verniciatura o smalti), ma gli strati semitrasparenti sono più belli e danno un forte senso di struttura e forma.

.

9. Colori e pieghe: Mi sono bloccato rapidamente nel resto del dipinto per sminuire le mie idee di colore, che avrei adattato con gli ultimi ritocchi. Ho resistito impazzendo con le pieghe e i motivi; non dovrebbero mai attirare più attenzione della testa.

.

10. Tocchi tonali finali: Per l'ultima fase di Ritratto di Aida (Studia) (olio, 15¾x12), ho lavorato con valori (luce e ombra) per enfatizzare ulteriormente la forma della testa. Ho applicato uno smalto trasparente sul viso, dando alla carne sottili variazioni rispetto ad un aspetto simile a una maschera. Ho anche cambiato la posizione delle luci di cattura negli occhi dalle 11 alle 2, rendendo il soggetto più coinvolgente. Piccoli cambiamenti fanno una grande differenza.

Toni grigi per la potenza del ritratto

Esplora la grisaglia in tutte le sue sfumature di grigio e abbraccia il potere del ritratto in questa dimostrazione video.


Guarda il video: La Grisaglia - Metodo semplificato (Agosto 2022).